Post

28 Gen-Forum Verona

“Preoccuparsi dei diritti degli altri non è buonismo, ma significa preoccuparsi dei propri diritti.”I. Sciego Verona risponde all'appello del Forum nazionale “Per Cambiare l'Ordine delle Cose”. La società civile veronese si riconosce nelle idee e nelle proposte emerse dal Forum nazionale del 3 dicembre a Roma e si impegna, condividendo le esperienze positive già attive sul territorio veronese, ad individuare nuove strategie da attuare ampliando la discussione intorno ai punti proposti dal Forum nazionale.

Per questo motivo siete tutti invitati domenica 28 gennaio 2018 alle 09:30 presso Villa Buri, Via Bernini Buri, 99 Verona, a partecipare al Forum di Verona Per Cambiare l'Ordine delle Cose, in contemporanea con i forum di altre città italiane.
La giornata prevede interventi di esperti in materia, gruppi di lavoro in cui tutti possono partecipare e far sentire la propria voce, per discutere ed individuare nuove strategie da proporre. E per trovare ispirazione ed energia ci sar…
Immagine
Circa 200 persone, dalla società civile, hanno partecipato attivamente per l'intera giornata del Forum.
Un passo avanti a Verona per cambiare davvero l'ordine delle cose. 
Una giornata ricchissima, fatta di scambi, di idee, di proposte, di lettura e di musica. E di sguardi precisi sull'ordine delle cose e sguardi più lungimiranti per cambiarlo. Grazie a tutti voi per avere dato significato a questo percorso che è solo al suo inizio. Siamo partiti ieri e proseguiamo. 
Solo uniti in tanti e tante ce la possiamo fare. E da ora lo siamo.











Comunicato Stampa

Immagine
COMUNICATO STAMPA
FORUM TERRITORIALE PER CAMBIARE L’ORDINE DELLE COSE VERONA
domenica 28 gennaio dalle ore 9.30 alle ore 18 Villa Buri (Via Bernini Buri 99, Verona)
Il 3 dicembre si è tenuto a Roma il 1° Forum nazionale sulle politiche migratorie Per cambiare l’ordine delle cose. A partire dal Manifesto scaturito in seguito all’incontro che ha visto un’altissima partecipazione sia dal vivo che sul web, e in vista della presentazione del film L’ordine delle cose a Bruxelles, il 31 gennaio, si terrà a Verona, domenica 28 gennaio, in contemporanea con diverse città italiane, il 1° Forum territoriale Per cambiare l’ordine delle cose.
Gli obiettivi di questa giornata di incontro e di riflessione saranno tre:discutere e approfondire insieme il Manifesto nazionale, eventualmente producendo documenti di integrazione che partano dalle realtà locali presenti al Forum;proporre metodi di azione e comunicazione per portare proposte all’attenzione dell’opinione pubblica, sia a livello locale che nazionale…
Immagine
Verona è la prima città Veneta che risponde all'appello del forum nazionale '' per cambiare l'ordine delle cose'' e ne siamo fieri. Verona è anche Questo! per ora, 20 Promotori del Forum:
Cestim – Traguardi - Diritti per le nostre strade - Fondazione Nigrizia – CSV – MetisAfrica – One Bridge to Idomeni - Africa’s Friends-CGILVerona - ProgettoMondo Mlal – Banca Etica – D-Hub - Women United – Villa Buri onlus – Stregoni Verona - Arci Verona- Cisl Verona- Emmaus Villafranca-Medici per la Pace-Antenne Migranti





Immagine
MANIFESTO DEL FORUM NAZIONALE
PER CAMBIARE L’ORDINE DELLE COSE
Noi non vogliamo che le persone arrivino sulle nostre coste con i barconi,
per questo vogliamo che possano viaggiare o chiedere protezione senza rischiare la vita.
Noi non vogliamo che le organizzazioni di trafficanti continuino a crescere,
per questo vogliamo che le persone non debbano rivolgersi a loro per muoversi o per fuggire.
Noi non vogliamo che le persone rinuncino ad aiutare lo sviluppo dei propri paesi,
per questo vogliamo che possano decidere di rimanere, emigrare, tornare in modo libero e legale.
Noi non vogliamo che le persone siano costrette a scappare da guerre e carestie,
per questo vogliamo fermare la vendita di armi ad altri paesi e una finanza predatoria che scommette perfino sul prezzo del cibo.
Noi non vogliamo perdere la libertà di movimento ottenuta in Europa dopo secoli di guerre e separazioni,
per questo crediamo che l’unico modo per mantenerla sia allargarla, condividerla anche con gli altri.
Noi non …